Napoli

Napoli è una città antichissima: le sue origini risalgono al IX secolo a.c. quando venne fondata la città di Partenope nell’area dove oggi sorge Castel dell’Ovo. Nel VI secolo a.c. questa città venne abbandonata, assumendo così il nome di “Palepolis” (città vecchia), e nella zona adiacente venne fondata “Neapolis”, che significa appunto città nuova.

Sotto il dominio dell’Impero Romano, la città di Napoli conobbe un periodo di prosperità economica e culturale. La bellezza delle sue coste rese questi luoghi una meta di villeggiatura molto ambita. Le lussuose terme sorte nei dintorni di Napoli divennero celebri in tutto l’Impero conquistando personalità politiche e intellettuali come Cicerone e Virgilio.

Dopo la caduta dell’Impero Romano, Napoli divenne ducato autonomo di Bisanzio (763 d.c.), assumendo un ruolo d’importanza fondamentale per la conservazione dei domini bizantini in Italia. L’autonomia sotto Bisanzio dura quasi quattro secoli, nel corso dei quali la città partenopea sviluppa ulteriormente le sue attività economiche e culturali.

Ai Bizantini seguirono i Normanni con i quali Napoli venne annessa al Regno di Sicilia. I secoli successivi si alternarono tra pace e lotte, fino ad arrivare all’ascesa al trono dell’Imperatore Federico II, il quale diede vita ad un periodo estremamente fiorente dal punto di vista culturale che culminò con la fondazione dell’Università di Napoli (1224).

Quando prese il potere la dinastia angioina, la città ritornò ad essere capitale e si sviluppò ampiamente dal punto di vista urbanistico, demografico ed economico. Ma fu con gli Aragona che Napoli conobbe uno dei suoi periodi di massimo splendore artistico e culturale: vennero edificate chiese e monumenti e la città divenne il punto d’incontro per moltissimi artisti stranieri.

Nei secoli seguenti la città conobbe la dominazione spagnola, contro la quale il popolo, capeggiato da “Masaniello”, tentò invano di ribellarsi (1647).

Dopo un breve periodo di dominazione austriaca (1707-1734), Napoli divenne finalmente Regno autonomo, grazie a Carlo di Borbone.

Nel 1806, Napoleone assegnò il trono del Regno di Napoli al fratello Giuseppe Bonaparte, dando inizio al breve periodo francese della città partenopea (fino al 1815).

La restaurazione dei Borbone, che salirono sul trono del Regno delle due Sicilie, dopo alcuni anni viene resa vana da Garibaldi che nel 1860 entrò in città . Tramite un plebiscito popolare, Napoli viene annessa al Regno del Piemonte che nel 1870 divenne Regno d’italia.

Napoli (20)

Come raggiungere Napoli

Napoli è una città ben collegata al resto d’italia ed è facilmente raggiungibile via aereo, auto e con il treno.

Come arrivare a Napoli in aereo

L’Aeroporto Internazionale di Napoli Capodichino è uno dei più importanti d’italia. A Napoli partono e arrivano aerei da tutte le destinazioni italiane, europee ed internazionali. Tutte le compagnie di linea e low cost fanno scalo a Napoli.

Dall’aeroporto verso il centro città in auto

L’aeroporto di Capodichino si trova nel cuore della città , a soli 7 km dal centro. Chi noleggia un auto all’aeroporto accede direttamente alla Tangenziale di Napoli e al centro, attraverso l’uscita Corso Malta. Se volete muovervi a Napoli con un’auto a noleggio potete farlo prenotandola tramite un Autonoleggio con prezzi bassi e un’ampia scelta di vetture a Napoli.

Dall’aeroporto verso il centro città in autobus

Ci sono due linee principali che portano verso il centro città : la linea 3S che porta a Piazza Garibaldi (Stazione Centrale) da cui è poi facilissimo prendere tutti gli autobus o la metro che conducono verso le diverse parti della città . La linea 3S parte ogni 30 minuti circa dal fronte arrivi, dalle 5.20 alle 23.20, costo del biglietto (Unico) € 1.50  per la corsa singola.

Dall’aeroporto parte anche la linea dedicata Alibus che conduce a Piazza Garibaldi (Stazione Centrale, metro e autobus per tutta la città ) e a Piazza Municipio (Centro città) di fronte al porto e agli imbarchi per le isole del golfo. L’Alibus parte ogni venti minuti circa ed è in funzione dalle 6.30 a mezzanotte circa. I biglietti si possono acquistare nelle edicole e tabaccherie dell’aeroporto.

Dall’aeroporto verso il centro città in taxi

Attenzione agli abusivi. Salite solo sui taxi bianchi e gialli con il simbolo del Comune di Napoli che stazionano fuori al fronte arrivi. Esiste una tariffa predeterminata che varia da € 12,50 a 20 per raggiungere il centro città (Stazione Centrale, Lungomare, Porto). Chiedete la tariffa predeterminata prima di salire in taxi. Il tassista è obbligato ad applicarla e a consegnare al turista un biglietto Unico-Taxi compilato con la precisazione del percorso e dell’importo stabilito nel tariffario.

Come arrivare a Napoli in auto

Per chi arriva da Nord, la strada principale che porta a Napoli è l’Autostrada del Sole Milano-Napoli. Superato il casello di Caserta Sud c’è un raccordo di circa 8 km che porta alle diverse uscite verso la città. Per chi deve raggiungere il centro è consigliabile seguire le indicazioni per Napoli Centro-Porto-Stazione Marittima-Stazione Centrale. Dopo pochi km si incontra un altro bivio in cui si può prendere la direzione per il porto, che passa lungo Via Marina o la direzione Stazione Centrale, che porta sempre al centro ma passa per il trafficatissimo Corso Umberto. Se bisogna raggiungere le zone della città lontane dal centro (Fuorigrotta, Bagnoli) conviene prendere l’uscita tangenziale. Chi arriva da Sud attraverso la Salerno-Reggio Calabria raggiunge lo stesso incrocio e deve seguire le indicazioni Napoli Centro-Porto-Stazione Marittima-Stazione Centrale o Tangenziale. Anche la Bari-Napoli raggiunge il raccordo da cui poi ci sono le uscite per la Tangenziale o Napoli Centro.

Come arrivare a Napoli in nave

Napoli ha uno dei porti più importanti del Mediterraneo. Qui arrivano ogni settimana navi da crociera da tutto il mondo ma ci sono soprattutto collegamenti in nave da tutto il Sud Italia. I traghetti della TTTLines collegano Napoli con Catania con corse quotidiane. La Tirrenia collega Napoli con la Palermo (Sicilia) e Cagliari (Sardegna) con corse quotidiane.

Come arrivare a Napoli in treno

Napoli ha 3 stazioni principali da cui partono e arrivano i treni provenienti dalle altre città italiane e estere. La Stazione Centrale (Piazza Garibaldi) è quella più importante: 22 binari su cui arrivano i treni da tutte le destinazioni italiane. Napoli Centrale è consigliata a chi deve raggiungere il centro città o il Molo Beverello per imbarcarsi per le isole. Napoli Mergellina è la stazione intermedia, vicina al Molo di Mergellina da cui partono gli aliscafi per le isole del Golfo. Napoli Campi Flegrei è la fermata fuori dal centro città e più vicina allo Stadio. E’ l’ideale per chi ha l’hotel a Fuorigrotta, Bagnoli, Pozzuoli e Campi Flegrei. Tutte e tre le stazioni sono integrate con la linea della Metro e sono il punto di partenza e arrivo degli autobus cittadini.

Come muoversi a Napoli

Prima di tutto: abbandonate l’auto.
Anche se arrivate a Napoli in auto, lasciatela nel parcheggio dell’hotel o in qualche parcheggio convenzionato: poi, dimenticatela fino al giorno del ritorno. Guidare a Napoli è veramente impossibile, soprattutto nei giorni lavorativi, il sabato e la domenica sera: traffico, smog, clacson che suonano senza sosta, una certa libertà nel rispetto delle regole, rendono la guida in città un’attività adatta solo ai napoletani ben allenati. Muoversi a piedi è la scelta ideale: il centro storico è molto grande ma tutte le zone turistiche più importanti si raggiungono con un paio di scarpe comode e buona volontà . Muoversi a piedi è anche il modo unico e insostituibile per conoscere Napoli e i napoletani.

Se avete l’esigenza di spostarvi in zone difficilmente raggiunte dai mezzi pubblici o volete farvi una gita in Costiera potete farlo facilmente prenotando un’auto a noleggio tramite un Autonoleggio Low Cost con prezzi bassi e un’ampia scelta di vetture a Napoli.

Muoversi in Metro a Napoli

Napoli ha 2 linee metropolitane e altre linee di treni che dalla città vanno verso la periferia e le città limitrofe. La principale à la Linea 2 che parte dalla Stazione centrale di Napoli Piazza Garibaldi e taglia la città fino ad arrivare a Pozzuoli, nei Campi Flegrei. Lungo il percorso ci sono tutte le fermate per raggiungere il centro città : Montesanto e Piazza Cavour sono le fermate ideali per raggiungere il centro storico, la strada dei Presepi di San Gregorio Armeno, Piazza del Plebiscito e il Molo Beverello per gli imbarchi. Piazza Amedeo porta alle strade dello shopping costoso e con pochi passi a piedi al lungomare. Mergellina è la stazione per chi deve prendere gli aliscafi per le isole di Ischia, Capri e Procida. Più avanti ci sono le fermate di Fuorigrotta per lo Stadio, Bagnoli per Città della Scienza e, infine, Pozzuoli. La linea funziona tutti i giorni dalle ore 6:15 alle 23:00. Lo stesso percorso della Linea 2 è seguito dalla Ferrovia Cumana che parte in prossimità della stazione di Montesanto della Linea 2 e raggiunge Pozzuoli e i Campi Flegrei. La Linea 1 è quella di recente costruzione, un vero gioiello di tecnologia ed arte. Parte da Piazza Dante e sale verso il Vomero, incrociando la Linea 1 nella stazione di Piazza Cavour. La Linea 1 è il cosidetto Metro dell’Arte, perchè ogni fermata è stata costruita insieme a 26 grandi artisti contemporanei. E’ attiva tutti i giorni dalle 6:00 alle 23:00. La Linea 6 unisce Fuorigrotta con Mergellina, passando per 4 stazioni.

Le funicolari di Napoli

Funiculì Funiculà è una delle canzoni napoletane più famose del mondo e celebrava la costruzione della prima funicolare che portava sul Vesuvio. Oggi Napoli ha 4 funicolari che permettono di raggiungere facilmente la parte alta della città , evitando il traffico e gli autobus: sono le funicolari di Chiaia, Montesanto, Centrale e Mergellina.

Napoli Sightseeing

A Napoli c’è un circuito di autobus a due piani scoperti che permettono di godersi la città da un punto di vista diverso. Gli autobus del servizio Sightseeing coprono con 5 linee le zone più turistiche della città . Il biglietto costa circa 22 euro e vale 24 ore per tutte le linee. Si può salire e scendere liberamente. Tutte le linee partono dal centro di Napoli, dalla Piazza antistante il Maschio Angioino, dove si possono acquistare anche i biglietti.

Muoversi a Napoli in autobus e tram

Il sistema di trasporto su gomma di Napoli è capillare e ben organizzato. Raggiunge tutte le zone della città anche quelle non coperte dalla Metro. Gli autobus risentono del traffico cittadino, quindi i ritardi e la lentezza negli spostamenti sono all’ordine del giorno. Quindi a meno che non sia indispensabile, consigliamo sempre di muoversi in metro, soprattutto negli orari di punta. Il servizio diurno funziona dalle 5.20 del mattino fino a mezzanotte circa, con variazioni per le diverse linee. Il servizio notturno inizia intorno a mezzanotte per finire alle 4 del mattino.

Muoversi in taxi a Napoli

Il taxi non è il mezzo consigliato per muoversi a Napoli nelle ore di punta: traffico, tariffe alte ele maniere sbrigative di alcuni tassisti consigliano di usare il taxi soprattutto nelle ore notturne, quando i servizi pubblici sono ridotti al minimo.