+39 380 9049 909 info@guideturistichenapoli.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login
+39 380 9049 909 info@guideturistichenapoli.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Maggio dei Monumenti

Il Maggio dei monumenti è una rassegna culturale che si svolge nel centro storico di Napoli. Organizzata nell’arco del mese di maggio, prevede una serie di eventi tra i quali, visite guidate, concerti, attività teatrali, mostre ed iniziative varie.

La manifestazione culturale prese spunto da una campagna sensibilizzazione storico-artistica svoltasi in Francia nel 1984, quando il ministro dei beni culturali Jack Lang emanò un decreto per il quale tutti i monumenti di interesse storico-artistico di proprietà privata sarebbero dovuti restare aperti al pubblico in determinati periodi dell’anno.

L’edizione del 1994 fu particolarmente fortunata tanto da riuscire ad attirare circa un milione di visitatori e, per certi aspetti, fu il banco di prova per l’organizzazione dell’imminente G7 quando furono predisposti dei piani di traffico e di sicurezza sulla base di quelli scelti per il Maggio Monumenti.

Un’altra iniziativa ricorrente al Maggio è “La scuola adotta un monumento” che consiste nel sostegno offerto dagli istituti scolastici partenopei per il recupero di uno o più monumenti soggetti a degrado, creando nel tempo diversi abbinamenti: il “Salvator Rosa” con Castel Capuano, il VII Istituto tecnico industriale con Nisida, la scuola “Della Valle” con la Grotta di Seiano, il Liceo Galilei con la statua del Nilo, la “Minucci” con la Floridiana, la “Russo” di Soccavo con Piazza San Gaetano, etc.

Negli anni successivi Maggio Monumenti ha confermato l’affluenza sempre maggiore di visitatori. A partire dalla seconda metà degli anni novanta l’iniziativa fu esportata anche nei comuni dell’hinterland partenopeo come la kermesse “Monumenti porte aperte Napoli Sud” coinvolgendo i comuni di Salerno, Ercolano e Torre del Greco in una eccezionale mostra delle ville vesuviane.